“COVID-19 e Sport: Come mai dicono che lo sport rinforza il sistema immunitario e poi il paziente 1 in Italia era giovane e Sportivo?”

di | Marzo 11, 2020

Il caso del paziente 1 in Italia ha fatto sorgere in tanti la domanda: era giovane, sportivo…come mai è finito in terapia Intensiva? Lo sport fa davvero bene???

La risposta ce la dà un ramo della Medicina dello Sport e dell’Endocrinologia: L’immunologia dell’esercizio.

Questa branca della Medicina, già ad inizio 900, ha messo in luce come, dopo la Maratona di Boston, l’atleta sia andato oltre i limiti fisiologici ottenendo una risposta del sistema immunitario di tipo infiammatorio con cambiamenti anche nel numero delle cellule che stanno alla base del nostro sistema di difesa (i globuli bianchi).

Successivamente ha scoperto come l’intensità e la durata dello sforzo influenzino le risposte del nostro sistema immunitario.

Detto semplice un esercizio di durata eccessiva che supera i limiti fisiologici tipo la maratona, non sempre fà bene alla salute anzi crea un deficit del sistema immunitario come nel caso del paziente 1

In generale un esercizio breve (max 45 minuti), di intensita medio/alta tipo lavori di forza, cento metri ecc.. è un importante aiuto per il nostro sistema immunitario stimolando le cellule di difesa a circolare nel nostro organismo.

Dal punto di vista metabolico si sa che un esercizio troppo lungo e intenso, può avere effetti altamente infiammatori, aumentando il metabolismo glucidico e lipidico.

In più sembra addirittura che la risposta anticorpale alle vaccinazioni potrebbe essere favorita se preceduta da un esercizio fisico eccessivo.

Effetti collaterali

Essendo l’attività fisica un” farmaco” quando superi le dosi consigliate arrivano anche gli effetti collaterali, insomma fa male 

Le evidenze maggiori sostengono che gli allenamenti ad alti carichi, eventi competitivi e lo stress psicologico, metabolico e fisiologico associati sono correlati con disfunzione immunitaria, infiammazione, stress ossidativo e danno muscolare. 

Insomma se già conduci una vita stressante e a questo aggiungi un attività fisica eccessiva e non pianificata ad ok, il tuo sistema immunitario ne risente

Anche se sono necessari ulteriori studi, i dati preliminari mostrano che la capacità metabolica delle cellule immunitarie diminuisce durante la fase di recupero da esercizi ad alta intensità con una temporanea disfunzione immunitaria. 

In questo contesto la nutrizione nella fase di recupero, risulta di fondamentale importanza per sostenere il sistema immunitario. 

Negli anni 80 gli studiosi si sono concentrati sul rapporto tra patologie respiratorie e endurance estremi e hanno constatato come chi correva più di 96 km alla settimana rispetto a chi ne correva meno di 32 incorreva in un rischio raddoppiato di malattia.

Anche se non abbiamo ancora la certezza scientifica della correlazione tra rischi di infezione e effetti dell’esercizio sul sistema immunitario sembra che gli atleti che fanno attività ad esaurimento in maniera ripetitiva potrebbero avere un rischio di ammalarsi aumentato soprattutto se accompagnato da altri fattori stressogeni. 

Tutto questa complessa rete di metabolismo-infiammazione- sistema immunitario è ovviamente sotto il controllo del nostro sistema nervoso e in particolare di quelle parte del nostro organismo più intelligente chiamata sistema nervoso autonomo che si occupa di controllare tutte le nostre funzioni viscerali.

In questo contesto di obiettivo-salute un buon controllo di quello che si chiama “omeostasi ” che non è nient’altro che la nostra capacità di adattamento ci permetterebbe di ridurre in maniera significativa la nostra infiammazione sistemica, processo che noi sappiamo essere alla base delle principali malattie croniche nel soggetto normale e dell’overtraining dell’atleta (sovrallenamento). 

Sostenere la nostra salute

I studi vanno verso questa direzione, la letteratura ci sta sempre più confermando che è possibile “sostenere la nostra salute”  ma come?

in parole semplici modulando tempo,  intensità e recupero dall’ esercizio, alimentazione integrazione e strategie respiratorie in modo individuale possiamo sostenere quel sistema ancora poco noto che sta prima dell’equilibrio omeostatico di cui il nostro corpo ha esigenza di mantenere in modo rigoroso.

Tecnicamente tutto questo si chiama allostasi ed è la risorsa più preziosa di cui disponiamo, ovvero la capacità di adattarsi bene e rapidamente ai cambiamenti a cui possiamo andare incontro sia nell’ambiente esterno, ad esempio i cambi di temperatura, sia a quell’ interno al nostro corpo, come appunto la risposta ad un agente patogeno (coronavirus).

La capacità di adattamento rappresenta il bene più prezioso, non la garanzia di non ammalarsi ma la capacità del corpo di guarire!

E’ Importante conoscere che questa cosa è genetica solo per una minima parte, dipende davvero tanto da noi la possibilità di aumentarne l’ efficienza.

Quindi l’obiettivo dell’atleta per ottenere le prestazioni sperate e della persona della strada per restare, migliorare o tornare in una condizione di benessere dovrebbe basarsi su: 

  • Muoversi per breve tempo e con intensità corrette e personalizzate
  • Nutrirsi in maniera adeguata e specifica

Proprio in quest’ottica un approccio personalizzato è l’ideale

Ancor di più il sistema Fast Training che prevede 2 allenamenti a settimana da massimo 30 minuti e l’intensità e il tipo di esercizi vendono personalizzati in base a test specifici

Per concludere: è giusto muoversi e fare sport specialmente in questo perieodo di stop forzato aiuta tanto il sistema immunitario, ma fatto non per lunghi sforzi e con un intensità personalizzata in maniera sartoriale

A Presto

***********************************

ATTENZIONE: Ho creato un corso di quindici minuti completamente GRATIS in cui ti mostro: 

Come ho creato il Sistema di Allenamento Fast Training che ti consente di Rimetterti in Forma in soli 20 minuti 2 volte a settimana grazie ad un’ Idea che mi è venuta osservando e studiando gli allenamenti degli atleti di potenza (Brevi e Intensi). 

Nello specifico imparerai: 

#1 Come 2 allenamenti da 20 minuti a settimana ti possono far ottenere tutti i Risultati Che Desideri  

#2 Come mangiare correttamente, anche se sei Sempre in Giro per lavoro e mangi dove capita

#3 Perché nelle palestre tradizionali continuano a dirti che ti devi allenare 2 ore, anche se con questo metodo non hai Mai Raggiunto i risultati che desideri?

Clicca Qui: https://fasttraining.it/vsl1

**************************************

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *