“COME scegliere il TUO Personal Trainer: ecco 8 CONSIGLI pratici per sceglierlo a COLPO SICURO, SENZA dubbi e raggiungendo i TUOI obiettivi SENZA il rischio di farti male”

di | Gennaio 9, 2017

“COME scegliere il TUO Personal Trainer: ecco 8 CONSIGLI pratici per sceglierlo a COLPO SICURO, SENZA dubbi e raggiungendo i TUOI obiettivi SENZA il rischio di farti male”

 

Proprio l’altro giorno, curiosando su FB, mi è capitato, come mi capita spesso, di imbattermi nel solito collega o pseudo tale che promette risultati ECCEZIONALI!

L’ennesimo Personal Trainer (o presunto) che promette risultati straordinari in poco tempo e con pochissimo sforzo.

Solitamente, lascio perdere, guardo quello che faccio io, senza andare a curiosare e mettere il naso in quello che fanno gli altri competitor. Penso, infatti, che ognuno sia libero di fare quello che meglio crede. Il mondo del fitness è così vasto che, se si vuole, c’è ampio spazio per tutti.

A patto che ciò che si propone sia fatto come si deve..

E in questo caso, incuriosito dal tipo che mostrava gli esercizi, vado a vedere cosa promette. A quanto pare, il suo programma è talmente fantastico da far sembrare Trainer come me -che invece ti fanno fare il culo per ottenere dei risultati, che ti pianificano l’alimentazione, e ti correggono in ogni tuo movimento per evitare che tu  ti faccia male- meno di zero.

Sembra infatti che l’unica cosa che conta davvero sia apparire più magri, più snelli (che poi non importa se hai il sedere moscio o l’ addome flaccido: ciò che conta è riuscire ad indossare pantaloni di 2 taglie in meno).

Quindi vado a vedere i video tutorial di alcuni esercizi..

I video sono montati a regola d’arte: il set strutturato alla perfezione, così come l’inquadratura, le luci e  lui…un gran Figaccione.

Tutto molto figo insomma.

Inizio a guardare il video.

E dopo il primo affondo in avanti e il primo squat inizio di nuovo a sorridere.

Il tipo esegue gli esercizi (anche quelli base e senza attrezzi) senza curare minimamente la tecnica, concentrandosi piuttosto solo a fare dei gran sorrisi e a mostrare i muscoloni.

Il video, oltre all’esercizio eseguito Malissimo, non prevede nessuna  spiegazione su cosa si deve fare per eseguire correttamente i movimenti, per respirare in maniera efficiente  e (cosa a mio avviso fondamentale) per evitare gli errori.

Ma, d’altra part,e non si può neanche pretendere di avere tutto dai! O sei una gran figaccione  tirato a puntino o sei un Personal Trainer.

Perché credo che sia fondamentale riuscire  a raggiungere i propri obiettivi in modo sano e graduale, senza aver dolori e tensioni da qualche parte, senza doversi riempire di integratori o altri magici prodotti.

E guardando questo video, con evidenti errori di esecuzione e nessuna spiegazione annessa, ho capito che la differenza come sempre la fa  la FORMAZIONE e l’ ESPERIENZA.

 

Formazione in primis perché un bravo Personal Trainer ha ‘sposato’ questo lavoro, lo ha reso suo, studiando e formandosi continuamente. Non copiando o cercando di inventarsi un lavoro divertente, solo perché i media e i giornali ti pagano per apparire sulla prima pagina di una rivista di moda.

Un bravo PT continua a formarsi, facendo della sua passione la sua professione. Ed è proprio la professionalità l’altro tassello fondamentale che fa la differenza tra un Personal Trainer qualificato e uno improvvisato.

.Ma siccome la sola formazione non è sufficiente per garantire dei risultati concreti, credo che FORMAZIONE vada sempre a braccetto con un grandissimo bagaglio di ESPERIENZA.

E dalla mia parte posso dire di avere qualche annetto di esperienza. Prima ho iniziato nei centri fitness e nelle palestre, poi, dal 2012 , nel mio Centro, specializzato in Allenamenti brevi e intensi studiati per imprenditori e liberi professionisti che hanno poco tempo..

E perché dico che FORMAZIONE ed ESPERIENZA valgono così tanto e sono così importanti?

Lo dico per TE, probabile cliente, che stai leggendo, ignaro di tutto (ma non per colpa tua..).

Ti vendono risultati incredibili, offerte speciali. Ti vendono dei sogni e tu inconsapevolmente ci credi e ti FIDI.

Ma occhio a fidarsi troppo, specie se stiamo parlando di salute e del TUO corpo!

Un esercizio fatto in modo non corretto, non solo non ti fa ottenere i risultati che vorresti (ad esempio, se fai uno squat per rassodare i glutei e te lo insegnano male, finirai per avere glutei flosci e quadricipiti da lottatore..), ma, cosa ancora più grave, rischi di farti male e alla lunga di avere complicazioni anche gravi.

E per complicanze intendo: un torcicollo per quegli addominali fatti scorrettamente,  una bella ernietta  da sovraccarico per aver utilizzato pesi eccessivi, senza aver prima rinforzato la muscolatura, seguendo una precisa propedeutica.

E  cosa ancor più grave, è che questi presunti PT, riescono addirittura a venderti dei programmi standard, senza tener conto delle tue specifiche esigenze e delle tue eventuali problematiche, facendoti vedere già gli esercizi pieni di errori e correzioni da fare.

E tu povero, giustamente,ripeti quello che ti mostrano,perché pensi che siano preparati, mentre non ottieni risultati e soprattutto ti fai male!

Quante volte, infatti, hai iniziato ad allenarti per poi dover smettere subito per dei dolori conseguenza di affondi e squat scorretti. E quel dolore al ginocchio che non avevi mai avuto??

Io lo dico per te: di corpo, ne hai uno solo, affidati a persone davvero competenti e preparate.

Quelle, come me, che hanno fatto di una passione una professione!

Quindi eccoti  8  consigli pratici per capire se fidarti e affidare il tuo corpo a persone competenti:

 

  1. Informati sulla sua formazione: potrebbe sembrartie un elemento non fondamentale, ma sapere che una persona è formata adeguatamente potrebbe esserti utile
  2. Controlla se è in continua formazione: il mondo fitness è in continua evoluzione e un buon PT continua ad aggiornarsi e formarsi per dare ai propri clienti un servizio sempre d’avanguardia e migliore
  3. Valuta la sua esperienza nel settore fitness e possibilmente da quanto tempo lavora come personal trainer: di sicuro, l’esperienza sul campo risulta fondamentale per capire quanti casi simili al tuo ha seguito
  4. Valuta oltre agli anni di esperienza anche quante ore a settimana lavora come Personal:  una cosa è fare il PT da 10 anni con 3 clienti a settimana, un’altra farlo da 5 anni con più di 40 clienti a settimana
  5. Considera in che struttura lavora: segue i clienti in palestra o ha un centro specializzato in Personal Trainer? Qui non serve dire molto, perché se una persona riesce a mandare avanti, da anni, una propria struttura focalizzata sul lavoro personalizzato significa che di sicuro male non lavora
  6. Controlla se è attivo on line con articoli o video: se una persona si espone sul web scrivendo articoli, dicendo la sua, fornendo informazioni utili, significa che qualcosa ne sa e non ha problemi a condividerlo con il mondo, accettando critiche e commenti. E allo stesso modo, se è presente anche con video e dirette significa che è sicuro di ciò che dice e di quello che fa vedere
  7. Sorriso e positività:puoi essere il più bravo Personal del mondo, ma se non fai il tuo lavoro con il sorriso sulle labbra e con la giusta dose di positività e buon umore  significa che non ti sta a cuore quello che fai e soprattutto a chi lo fai. Quindi, scegli chi, mentre ti allena, sa farti stare bene e farti sentire a tuo agio
  8. Puntualità e precisionesembra scontato, ma rispettare gli orari, non tardare, non fare aspettare i propri clienti, non scordarsi gli appuntamenti, è piuttosto fondamentale dato che, solitamente, chi sceglie di esser seguito da un Personal ha poco tempo e deve far coincidere mille impegni

 

Spero di esserti stato utile per scegliere il meglio che il mercato ti può offrire in questa giungla di fenomeni, concentrati più sul loro ego e bisogno di apparire che sul tuo benessere!

Se vuoi iniziare ad allenarti in sicurezza, con i consigli di professionisti preparati e con la spiegazione dettagliata e precisa su come allenarti e come mangiare, ho preparato per Te un Report gratis con un allenamento in stile Fast Training della durata di 20 minuti, adatto a chi come te ha poco tempo e una serie di consigli alimentari che potrai seguire facilmente anche quando sei in giro per lavoro.

Clicca sul link qui sotto e inizia subito!

CLICCA QUI!

A Presto

Gianluca

 

PS: lo so cosa stai pensando! Adesso sono troppo impegnato… o poco tempo… tra un mesetto inizio ecc… La verità è che se non ti muovi subito, tra un mese la musica sarà la stessa e rimanderai di nuovo. Quindi fai così, clicca sul link qui sotto, scarica il Report gratis e inizia IMMEDIATAMENTE!

CLICCA QUI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *