“Come ho fatto SPARIRE il mal di schiena di un mio cliente in soli 7 giorni, senza fargli fare MAI STRETCHING?”

di | Maggio 6, 2017

“Come ho fatto SPARIRE il mal di schiena di un mio cliente in soli 7 giorni, senza fargli fare MAI STRETCHING?”

 

Circa un mese fa, è arrivato nel nostro centro, tramite l’osteopata con cui collaboro Giovanni.

 

Giovanni è un ragazzo di 30 anni dal fisico molto atletico, patito di palestra e sollevamento pesi. Il suo problema è che da circa 3 mesi soffre di dolori alla parte bassa e alta della schiena, che si fanno sempre più intensi e lo limitano nei suoi amati allenamenti.

 

Analizzando gli esercizi che solitamente esegue, avevo notato che la modalità di esecuzione era corretta, ma sicuramente andava personalizzata in base alla sua postura con deficit di mobilità sia nelle parte superiore, quindi busto/spalle, che nella parte inferiore, bacino/schiena

 

Giovanni, però, ha tutte le caratteristiche, nonché la tempra dell’atleta ideale e, proprio per cercare di lenire quel suo mal di schiena,  dopo ogni allenamento, come anche nei giorni di recupero, aveva la costanza di eseguire circa 30 minuti di stretching. Cosa ti posso assicurare non scontata! Purtroppo, però, al mal di schiena di Giovanni non serve lo stretching…

 

NON serve lo Stretching?

 

Sì, hai capito bene. O meglio, serve ma fatto in un secondo step e  organizzato in maniera specifica e non generica come fa. Nell’immediato il suo problema, come ti ho accennato prima, è un problema di mobilità

 

Se una zona del corpo non si muove, è inutile fare stretching, prima bisogna riacquisire un minimo di movimento, con esercizi di mobilizzazione e poi vado ad allungare i muscoli che mi interessano.

 

Addirittura, in questo caso potrebbe essere dannoso, sì DANNOSO. Se c’è totale mancanza di mobilità, e io vado a forzare con lo stretching un’articolazione poco mobile, vado solo a stressarla e questo può andare a peggiorare la situazione, aumentando il Dolore.

 

Il nostro amico, nei mesi scorsi, si è rivolto all’istruttore della palestra che frequentava, il quale con grande maestria, ha decantato lo stretching come panacea di tutti i mali, come un unguento miracoloso.

 

A questo personaggio pseudo istruttore/distruttore,  piace talmente tanto lo stretching, che non è stato neanche lì a consigliargli gli esercizi più indicati, ma ha dato al nostro amico un bel modulo pre compilato che, nella mente malata di questi elementi, va bene per tutti (donne, bambini, uomini, vecchi ecc…), senza considerare nessun tipo di caratteristica posturale o soggettiva.

 

Quindi, Giovanni si è trovato ad allungare muscoli che non aveva bisogno di allungare, ha perso un sacco di TEMPO inutile, ha allungato zone che non doveva forzare, perché non abbastanza mobili

 

Risultato?

 

Il dolore gli è aumentato, ha interrotto gli allenamenti e il nostro fenomeno – paladino dello STRETCHING a tutti i costi- ha mietuto un’altra vittima, in nome dell’allungamento a tutti i costi.

 

Insomma, morale della favola, non sempre cose che la credenza comune ritiene dei “toccasana” (1 ora di corsa al giorno, il latte vaccino -altrimenti il calcio dove lo prendo- lo stretching va sempre fatto ) sono adatte al nostro problema specifico. Anzi, molto spesso, anche se apparentemente innocue, non solo non ci risolvono il problema, ma ce lo peggiorano.

 

La prima cosa che ho fatto per lui, dopo la terapia osteopatica, è stata quella di fargli abbandonare momentanemente lo stretching e di fargli iniziare per 7 giorni una serie di esercizi di mobilizzazione specifica, limitandoli alle zone in cui aveva deficit di movimento.

 

Risultato? Dolore sparito!

 

Muovendo solo correttamente delle zone bloccate, il suo dolore è scomparso. Miracolo? No, nel suo caso, bastava essere dei professionisti seri.

 

Adesso che quelle zone hanno riacquisito un minimo di mobilità, Giovanni ha ricominciato ad allenarsi correttamente e a fare solo lo stretching che gli serve senza pericoli

 

Tra i tanti esercizi che gli ho fatto fare in questi 7 giorni ce ne sono 2 che a mio avviso per lui sono stati fondamentali. Per questo voglio condividerli con te:

 

    1. Mobilizzazione del bacino

 

 

 

 

    1. Mobilizzazione dorsale

 

 

Se anche tu, come il nostro amico, hai dolore e probemi di mobilità in queste 2 zone, prova questi esercizi prima di iniziare la routine di allungamento

 

 

**************************************
Vuoi saperne di più?
[Prova le mie 3 lezioni GRATUITE]

Visita la pagina della prova Gratuita (https://fasttraining.it/prova-gratis/) e scopri come funziona il sistema Fast Training,

oppure contattami su WhatsApp cliccando qui http://bit.ly/2pVVjZl
o vienimi a trovare nel mio studio in Via Verri 1 a Carate Brianza (MB) per conoscermi e parlarne di persona.

Ti aspetto!
**************************************

 

 

Vuoi liberati dei dolori muscolari e articolari che ti perseguitano da tanto tempo? Fast Training è il sistema giusto per risolvere questi problemi…

Non è adatto  alle tue esigenze se…

  • Non hai 20 minuti da dedicare all’allenamento (che per me significa non volerli trovare!)
  • Non segui le nostre indicazioni alimentari anche se vengono adattate agli impegni…
  • Insomma, non hai voglia di migliorare e quindi… continua a fare zumba e circuitini vari…

 

Se invece… C’è  la motivazione giusta per migliorare, con un impegno di 20 minuti, 3 volte a settimana, Fast Training è il sistema giusto…

 

Inoltre, c’è la Garanzia. Sì, proprio così: 100% soddisfatti o rimborsati!

 

 

Sono così sicuro dell’efficacia del Sistema, testato con successo su talmente tanti clienti, che,  alla fine del percorso, se non si ottengono i risultati promessi o non ci si trova bene per qualsiasi motivo, restituisco tutti i soldi!

Senza “ma” e senza “però”, ti ridò i soldi e amici come prima.

a Presto

Gianluca

PS:

**************************************
Vuoi saperne di più?
[Prova le mie 3 lezioni GRATUITE]

 

Visita la pagina della prova Gratuita (https://fasttraining.it/prova-gratis/) e scopri come funziona il sistema Fast Training,

 

oppure contattami su WhatsApp cliccando qui http://bit.ly/2pVVjZl
o vienimi a trovare nel mio studio in Via Verri 1 a Carate Brianza (MB) per conoscermi e parlarne di persona.

 

Ti aspetto!
**************************************

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *